Case Histories: Violetta

Una delle serie TV di maggior successo nel corso del 2013, con ottime prospettive di replicare anche in questo 2014, è Violetta. Per chi non la conoscesse, si tratta di una telenovela argentina che ha per protagonista Martina Stoessel.

Il successo di Violetta è enorme sotto ogni punto di vista (basti pensare che i biglietti per i tour mondiali con cui Martina porta in giro le musiche della serie TV fanno registrare sempre il tutto esaurito) e tanti sono i motivi che vi sono dietro.

Un ottimo piano di marketing. Violetta è praticamente ovunque, un tormentone che non conosce sosta. La si trova in TV, sugli album di figurine, sugli zaini, in edicola con dei magazine dedicati e tanto altro.

La storia della telenovela è molto semplice e lineare ed è facile per i più giovani identificarsi nella protagonista. Gli amori tipici dell’età adolescenziale, il rapporto contrastato con i genitori che sembrano non capire che quello che era un bambino sta oggi diventando un adulto, e la voglia di fare le cose in maniera sempre più autonoma sono i veri punti di forza della narrativa di questa serie TV.

Il look che le ragazzine amano imitare per filo e per segno, espressioni incluse, è facilmente copiabile.

Il talent show che tanto fa impazzire i giovani di oggi. Violetta è, in un colpo solo, Amici di Maria de Filippi, X Factor e The Voice. La ragazzina diventa l’idolo della scuola grazie alla sua bravura canora e “danzerina”, cosa che le fa guadagnare popolarità. Questo incarna un po’ il desiderio e il sogno di essere famoso di ogni adolescente di oggi, che sente il bisogno di “spiccare” rispetto alla massa.

Dalla storia in sé, che incarna dei valori ritenuti positivi da tantissime persone, fino al piano di marketing curato in maniera capillare, il fenomeno Violetta continua a travolgere ed attirare a sé tutto ciò che incontra.